Tratti nascosti: Nell'isola di Pasqua, anche le teste hanno un corpo

 

 

 

La misteriosa immagine che abbiamo delle teste dell'isola di Pasqua e' che sono semplicemente delle "Teste"

 

 

Si presenta come uno shock, il fatto di vedere le teste da un'altra angolazione e scoprire che hanno un corpo
pieno, che si estende fino a molti, molti metri sottoterra.
Il progetto sulle statue dell'isola di Pasqua è stato portato alla luce, scavando attentamente, due, su più di 1.000
statue sulle varie isole, gli archeologi, stanno facendo del loro meglio per scoprire i segreti delle pietre
misteriose, e le persone che le hanno costruite.

 

 

All'interno le statue dell'Isola di Pasqua: Gli esperti erano gia' a conoscenza dei corpi, ma quando iniziarono a

circolare queste immagini, i lettori hanno dubitato della loro autenticità.

Il team di ricercatori, ha anche trovato grandi quantità di pigmento rosso, alcune delle quali potrebbe essere stati

utilizzati per dipingere le statue.

Il direttore del progetto Jo Anne Van Tilburg, ha dichiarato: 'I nostri scavi EISP hanno recentemente esposto i busti
di due statue alte 7 metri.
Centinaia, forse migliaia di visitatori per l'isola sono stati sorpresi nel vedere che, effettivamente, le statue
dell'Isola di Pasqua hanno un corpo!
'La cosa piu' importante, tuttavia, e' che abbiamo scoperto molto sulla tribu' dei Rapa Nui e le tecniche di
ingegneria antica utilizzate.'
Tra le loro scoperte, il team ha scoperto:
La sporcizia ed i detriti lasciati durante il seppellimento, in realta' non sono stati lasciati li' deliberatamente per
scopi di protezione o a supporto delle statue, ma bensi erano semplicemente dei rimasugli lavati via dall'alto
verso il basso e sotterrati insieme alle statue
Le statue sono state erette su un pavimento di pietra per avere piu' stabilita' possibile e stare in piedi
Sono stati trovati dei buchi in prossimita' delle statue con dentro dei tronchi, oltre dei messaggi scolpiti, a delle
pietre, delle corde e degli strumenti in pietra che sono stati utilizzati, molto probabilmente per issare in piedi le
statue.
L'isola remota, uno dei posti più remoti del mondo, nascosto nel Pacifico meridionale, era una volta sede di una
popolazione polinesiana, la cui storia rimane misteriosa.
Essi probabilmente hanno navigato per le isole in canoa: un viaggio di 1.500 miglia sulle acque aperte, quindi,
una volta approdati, hanno cominciato a scolpire queste statue di pietra.
L'inizio della fine: Nel momento in cui gli europei scoprirono l'isola nel 1700, la popolazione
aveva ormai decimato quasi tutti gli alberi dell'isola per via della costrunzione di nuove statue e quindi e' stato l'effetto moltiplicatore sull'ecologia dell'isola che li ha portati alla loro decadenza .

 

 

Foto di un gruppo di archeologi al lavoro, lo scavo lascia intravedere parte del corpo della statua, alto ben 7 metri.

 

 

Ecco qualcosa che non molte persone sanno: le statue dell'Isola di Pasqua hanno dei corpi che scendono per molti e molti metri

 

 

Locazione dell'Isola di Pasqua, nel Pacifico meridionale mare, L'isola e' grande circa 64 miglia quadrati, una delle isole piu' remote del mondo

Il team: "Abbiamo anche scoperto che le cerimonie erano certamente associate alle statue, abbiamo trovato poi,  nel pavimento sotto una statua una sola pietra scolpita con un simbolo di "falce" che rappresenta una canoa, o Vaka, Il dorso di entrambe le statue sono ricoperte di graffiti, molti dei quali sono anche Vaka. Probabilmente e' un collegamento diretto tra il simbolo Vaka e l'identità dell'artista o un gruppo a cui appartiene la statua."

 

FONTE